Concerto reading e Gajè live al Mama's Club

Venerdì 8 concerto reading Cantiga Caracol, sabato 9 Gipsy swing

MAMA’S CLUB

CIRCOLO ARCI SCINTILLA

Via S.Mama, 75 Ravenna

3319118800Info:

www.mamasclub.


Venerdì

FLOR DE LA CORDILLERA UN CANTO ALLA DIFFERENZA

Silvia CavalieriConcerto reading Cantiga Caracol:

: chitarre e percussioni; Vladimiro Cantaluppi

Agostino Ciraci

e gli attoriGianluca FortiniAd arricchire il progetto, la presenza del clarinettista

Bianca e Giuseppe Ferricelli

La cantautrice cilena Violeta Parra nasceva il 4 ottobre 1917 a San Carlos del Cile, nei pressi di

quella Chillán dove piccolissima si trasferì. A 100 anni dalla sua nascita, vogliamo dedicare questa

nostra rievocazione alla sua personalità vivace e complessa: versatile, generosa e intransigente,

Violeta viene troppo spesso ricordata più per la sua morte (suicida nel 1967. Si disse per amore)

che per tutto ciò che le riuscì di mettere insieme nella sua vita. Straordinariamente densa.

Attraverso le sue canzoni e le sue ricerche di canti tradizionali nelle zone più dimenticate del Cile,

Violeta seppe diventare la voce della parte fino ad allora inascoltata del suo popolo, ossia la

maggioranza delle persone, che, dopo le oppressioni colonialiste degli spagnoli, si trovavano

ora a dover fronteggiare le angherie degli stessi cileni, pilotati troppo spesso da poteri invisibili

e – solo apparentemente – lontani. Costretta a letto per un periodo a causa di un’epatite,

Violeta cominciò allora a tessere straordinari arazzi, le arpilleras, altro strumento nelle sue

mani per dare corpo a storie lasciate in ombra dalla narrazione ufficiale. A Santiago aprì,

insieme al fratello Nicanor, la Carpa de la Reina, tendone circense dedicato ad arti e

spettacoli, perché soltanto portando bellezza si potevano davvero riscattare i più umili.

Sabato 9 dicembre ore 21.30

GAJE’

I Gajè nascono nell'estate del 2014 con l'intento di interpretare il grande swing degli anni 30 e

in particolare le composizioni dei musicisti zingari vissuti nella poetica Parigi di quegli anni.

Lo spettacolo è un viaggio che ripercorre a ritroso le atmosfere e i suoni fino alla Francia della

belle epoque,dei carrozzoni e dei cabaret. La formazione è composta da quattro

musicisti provenienti da diverse aree italiane, ma che hanno poi trovato rifugio nell'accogliente

ambiente musicale Bolognese.

Un evento da non perdere!

Elena Mirandola

Francesco Cervellati

Prossimi appuntamenti

Dal 20 al 25 agosto ecco l'History Camp 3.0

"Oltre i confini: le vie della migrazione", iscrizioni entro il 31 luglio

Si tratta di un campo di studio e approfondimento sulla storia del ‘900 e la cittadinanza responsabile che si terrà a Montefiorino di Modena