Il Dock61 partecipa al Festival delle Culture 2017. Inoltre mostra fino al 30 giugno

Dal 9 all'11 giugno varie attività al circolo Arci di via Magazzini Posteriori

Festival delle Culture 2017

area dibattiti a cura di Dock61 e Tabeerna!

 

 

VENERDÌ 9 GIUGNO

09 giugno 2017 - ore 18:30

 

Dal Confine/Festival delle Culture 2017

Tra Siria e Turchia nelle fotografie di Giulio Magnifico.

 

Mostra a cura del Gruppo dello Zuccherificio.

 

Dal 9 al 30 giugno.

 

“Quello che vorrei comunicare con le mie fotografie è l’umanità di ogni soggetto o scena che catturo, cercando di trasmettere sempre emozioni, sentimenti o semplice curiosità in chi guarda, e possibilmente ‘entra’ nella foto come ho fatto io al momento del click".

 

Poi spazio ai dibattiti alle ore 20.45, nello spazio allestito all’esterno dei locali Dock 61 e Tabeerna. Si incomincia con “Corridoi umanitari e fortezza Europa”. Partecipano: Mouhamed Ba (scrittore, attore e regista), Alessandra Ballerini (avvocata difensore della famiglia Regeni), Stefano Bleggi (Progetto Melting Pot Europa), Federica Brizi (Mediterranean Hope (MH) – Federazione delle Chiese Evangeliche). Interviene l’Assessora alle Politiche per l’Immigrazione Valentina Morigi.

 

SABATO 10 GIUGNO

 

Lo spazio dibattiti Dock 61 / Tabeerna, alle 20.30, vede un incontro dal titolo “Immagine dell’Islam in Italia: laicità, costruzione mediatica, pratica quotidiana”. Un confronto, condotto dallo scrittore Tahar Lamri, fra Maji Daoudagh (Presidente PUS – Partito unificato Socialista del Marocco Sezione Italia), Mariam Ismaili (rappresentante della comunità somala), Mustapha Toumi (Cofondatore del Centro di cultura e studi islamici della Romagna).

 

DOMENICA 11 GIUGNO

 

Alle ore 21.00, nello spazio dibattiti Dock 61 / Tabeerna, ci sarà “Le scarpe dei caporali”. Si tratta di un monologo del collettivo Mamadou di Bolzano. Lo spettacolo è nato da un’inchiesta di Matteo Checchi, collaboratore di Melting Pot Europa, e Valentina Benvenuti, fotoreporter del Collettivo Mamadou, allo scopo di sostenere iniziative di sensibilizzazione e azioni per il superamento delle condizioni di vita dei braccianti agricoli del sud Italia all’interno dei ghetti di Rosarno, Boreano, Rignano e Cassibile. Il Collettivo Mamadou mira alla totale emancipazione dei braccianti africani che vivono segregati in ghetti dove le condizioni umane sono al limite del drammatico. Segue un’intervista al collettivo Mamadou a cura del Gruppo dello Zuccherificio. Evento organizzato con il contributo di Cooperativa sociale società Dolce.

 

Qui il programma ufficiale http://www.festivaldelleculture.org/dal-9-all11-giugno-lundicesima-edizione-del-festival-delle-culture-diritto-al-futuro/