Notice: Undefined index: subsubdir in /home/arciravenna/arciravenna.it/template/rarci/news.php on line 8

Prezzi scontati? Diritti stracciati!

Due incontri online aperti a tutti e gratuiti per informarsi e riflettere sulle storture della grande distribuzione alimentare

Prezzi scontati? Diritti stracciati!

Due incontri online aperti a tutti e gratuiti per informarsi e riflettere sulle storture della grande distribuzione alimentare

Il Gruppo di Acquisto Solidale di Faenza (facebook.com/GasFaenza) organizza nelle serate del 20 e 27 gennaio 2021 alle ore 20,30 due incontri informativi sulla filiera agroalimentare e su come i prezzi che si formano dalla produzione nel campo agli scaffali dei supermercati, riflettano poteri e strapoteri dei vari attori coinvolti.

Ospite della prima serata sarà Fabio Ciconte, direttore dell’associazione ambientalista Terra! Onlus (terraonlus.it/) e autore di diversi libri, tra cui Il grande carrello e Fragole d’inverno (Laterza editore). A Ciconte spetterà fare un quadro delle storture della filiera agroalimentare e dei relativi impatti economici e sociali, quali la pressione della distribuzione sui produttori, le aste sui prodotti alimentari, lo sfruttamento indotto sui lavoratori del comparto, i meccanismi aberranti dei sottocosti.

Ospite della seconda serata Maria Sole Spagoni, socia lavoratrice della cooperativa agricola Arvaia di Bologna (arvaia.it/), prima esperienza italiana di Comunità di Supporto all'Agricoltura. A Spagoni il compito di presentare alcune esperienze alternative alla grande filiera, tese a creare un’alleanza tra chi produce e chi acquista il cibo per la propria alimentazione: i mercati contadini, i negozi di vicinato, la ristorazione attenta alle forniture locali, i gruppi di acquisto solidale, gli empori di comunità, le comunità di supporto all’agricoltura.

Invitati alla serata a portare le proprie considerazioni anche gli Assessori del Comune di Faenza Andrea Fabbri e Massimo Bosi, rispettivamente vice sindaco con delega all’agricoltura e assessore con delega agli spazi verdi.

“Le grandi filiere alimentari industriali producono cibo a basso costo: possono farlo anche perché non contabilizzano i costi indiretti dovuti ai danni ambientali, sociali e alla salute” affermano gli organizzatori “Il risultato è anche che così si allontanano sempre di più chi produce e chi si ciba del prodotto agricolo. Produttore da un lato. Consumatore dall’altro. In mezzo chi impone le scelte di qualità, le varietà, le epoche di fornitura, le regioni di provenienza e i prezzi, ovvero la grande distribuzione organizzata. Ma c’è anche chi immagina e pratica un modo diverso di coltivare la terra e un modo diverso di consumare: con questi incontri vogliamo far conoscere queste esperienze”.

Gli incontri si svolgeranno in streaming video su facebook.com/GasFaenza e sarà possibile rivolgere domande agli ospiti.

Prossimi appuntamenti

«Un'altra durissima botta all'associazionismo»

«Inspiegabile e allarmante la bocciatura degli emendamenti alla Camera»

Sono stati bocciati gli emendamenti di proroga della garanzia al credito per il Terzo settore non commerciale

Piccoli concorsi crescono

Al via la seconda edizione di “Strani Giorni”

Concorso letterario per racconti brevi promosso dalla Associazione Primola di Alfonsine e Io Racconto, quest’anno ispirato agli Umarells