Un fine settimana in musica al Mama's Club

Venerdì 17 Vincenzina e le altre, sabato 18 i Wickers Country Club

MAMA’S CLUB

CIRCOLO ARCI SCINTILLA APS

Info: 3319118800

Ingresso riservato ai soci

www.mamasclub.it

VENERDÌ 17 GENNAIO – ORE 21,30

VINCENZINA E LE ALTRE

Paola Sabbatani: canto; Roberto Bartoli; contrabbasso; Daniele Santimone: chitarra

Vincenzina e le altre. Il lavoro e la sua fatica, il suo sfruttamento, la vita quotidiana e le lotte, le speranze e gli amori... “Ciò che la donna che lavora vuole è il diritto di vivere, non semplicemente di esistere, il diritto alla vita così come ce l’ha la donna ricca, al sole e alla musica e all’arte. Voi non avete niente che anche l’operaia più umile non abbia il diritto di avere. L’operaia deve avere il pane, ma deve avere anche le rose...” Rose Schneiderman (1911)

Da ‘Vincenzina e la fabbrica’ di Jannacci con la nebbia che intristisce le giornate, e l’ironia e la malinconia che si fondono in un paradossale melodramma: «Vincenzina vuol bene alla fabbrica, ma non sa che la vita giù in fabbrica non c’è, se c’è, com’è?» a ‘I treni per Reggio Calabria’, racconto straordinario in forma di canzone del viaggio, svoltosi in un contesto di proteste e terrorismo, degli operai del nord che nel 1972, scendono al sud, in 40.000, per partecipare a una grande manifestazione di solidarietà al fianco dei lavoratori calabresi. Da ‘Factory’, canzone essenziale di Bruce Springsteen, che in tre strofe espone tre idee durissime: la fabbrica ti distrugge per darti da vivere, il tempo della fabbrica è sempre uguale a se stesso, il mito americano della mobilità sociale non ha niente a che vedere con queste vite sempre uguali e con queste generazioni condannate a ripeterle a ‘Te recuerdo Amanda’, storia commovente dell’amore tra due giovani operai, consumato nei cinque minuti di pausa prima che la sirena li richiami al lavoro.

Da ‘Costruzione’, nella versione in italiano, di Chico Buarque, che affronta, con una delle sue più belle canzoni, il delicato e drammaticamente attuale tema delle morti bianche a ‘Bread and roses’, canzone di protesta scritta come inno delle lavoratrici statunitensi del tessile intorno al 1912. E tante altre ancora.

SABATO 18 GENNAIO – ORE 21.30

WICKERS COUNTRY BAND

Country music

Elisa Meo: voce, mandolino; Luca Pavan chitarra acustica, voce; Alessandro Chiarelli: violino; Corrado Cappelletti: banjo, voce;Enzo Vettoretti: contrabbasso, voce

Wickers è un progetto che nasce dall'unione di cinque musicisti Con background musicali differenti. Il risultato è un sound che rimodella e supera le sonorità country tradizionali Arricchendola di idee innovative. Un'atmosfera calda e coinvolgente è il marchio di fabbrica della band. Il repertorio si basa sul riproporre i brani classici della tradizione folk americana, bluegrass passando anche per il country rendendo omaggio a grandi autori e interpreti come Johnny Cash, Elvis Presley, Dolly Parton, Alan Jackson e molti altri.


Prossimi appuntamenti

Sabato 25 gennaio giornata di mobilitazione internazionale per la pace

Spegniamo la guerra, accendiamo la Pace!

Contro le guerre e le dittature a fianco dei popoli in lotta per i propri diritti    

MEDITERRANEA 19 - School of Waters, lanciato il bando per partecipare

La scadenza per la presentazione delle candidature è il 26 gennaio 2020 alle ore 20

La Biennale transnazionale si svolgerà nella Repubblica di San Marino dal 22 ottobre 2020 al 28 febbraio 2021